Giovanni Leonardi   “Men against Time”

[xonar]

Ipnotico, essenziale, a tratti ruvido e permeato da risonanze cosmiche. Fedele ai propri cardini il verbo elettronico di Giovanni Leonardi – noto anche per la sua militanza in vari progetti quali Carnera, Divisione Sehnsucht, Senketsu No Night Club,  MHOLE – torna a palesarsi  definendo il  suo terzo lavoro solista, pubblicato dalla xonar di Moreno Padoan a distanza di due anni dall’ep “Cadre Noir”.

Reiterazioni ossessive scandite da pulsazioni profonde, intersecate a screziature analogiche ed echi ambientali di consistenza tattile strutturano navigazioni minimali attraverso oscure visioni distopiche. Ogni componente  in gioco viene sapientemente dosato per concorrere alla definizione di flussi ieratici che scorrono sinuosi come mantra elettronici penetranti in bilico tra algida idm (“Ahnenerbe”), noise abrasiva (“Les maîtres du desordre”, Bells from the Deep”) ed inquieti riverberi etnici (“Blood and Sex in Marrakech”, “La trance chamanique”). L’industrial esoterico dei Coil, le misteriose suggestioni d’oriente dei Dead Can Dance e l’oscurità siderale dei Tangerine Dream rappresentano le influenze avvertibili di un insieme sfaccettato quanto coeso, che si inoltra verso territori immersivi prediligendo un sussurro ammaliante all’intensità deflagrante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...