Fabio Orsi “motel a tre stelle”

[ST.AN.DA]

Un andare senza sosta che infine riconduce lì dove tutto ha avuto inizio, uno sguardo instancabile che si riappropria dell’introspettiva profondità di quel blu che da sempre connota l’indomabile fluire del mare e l’insondabile leggerezza del cielo che lo sovrasta. Denso di significati e rimandi, si rivela intenso tracciato emozionale “Motel a tre stelle”, percorso sonoro intimamente connesso alla terra d’origine da cui Fabio Orsi si era staccato da un decennio e a cui adesso è tornato a legarsi.

Sinuose frequenze sintetiche si espandono seguendo fluide traiettorie interpolate da pulsazioni ed echi ambientali, condensandosi in contemplative distese che si muovono a velocità variabile tra aerei echi cosmici e misteriosi fondali liquidi. Scandite da un incedere reiterato definito da ritmi spesso  incalzanti le modulazioni elettroniche costruiscono ipnotiche visioni in bilico tra offuscata realtà e vivido sogno, carattere onirico che raggiunge l’apice quando il paesaggio diviene cristallina sospensione di  quieti riverberi. È un blu che emerge in ogni sua sfumatura, in ogni suo tratto sensoriale proponendosi come soffio dolcemente malinconico, aspirazione all’assenza di limiti e linfa vitale che corre verso il cuore.

Un ritorno che è ripartenza, una rinnovata consapevolezza che conduce ad esplorare ambiti noti da un punto di vista inedito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...